Come e Perchè Essere Felici

Sentiamo dire

“Non esiste una strada per la felicità, la felicità è la strada”

tuttavia moltissime persone continuano a scrivermi “Francesco come si fa ad esser felici quando…. pinco pallino mi fa… mi manca questo… etc…”?

 

Prima di spiegare il COME essere felice è bene comprendere anche il perchè esserlo! Chi ha cercato e cerca di insegnarci la felicità nel quì ed ora aveva ed ha ben compreso come funzioniamo noi come essere umani, come funziona il nostro cervello e come funzionano le leggi Universali.

Quindi non parliamo solo di “New Age”, parliamo seriamente dei meccanismi del nostro cervello, del FOCUS, e di molto altro, pertanto leggi tutto l’articolo perchè avrai più chiara sia la ragione per cui è importante essere felici, sia come esserlo a partire da questo momento.

C’è da comprendere che il nostro cervello è qualcosa di straordinario se saputo utilizzare a dovere. E’ capace di darci soluzioni, idee, generare emozioni (sì perchè le emozioni partono la maggior parte delle volte da un pensiero!). Una mente triste, tuttavia, è capace di darci ragioni, spiegazioni e chissà cosacos’a del motivo per cui stiamo male; si chiamano GIUSTIFICAZIONI.

Una mente triste è oscura, vede solo cose tristi nella vita, nel mondo. Il suo focus è orientato sia a giustificare sia a darsi ragione. Di fatti si dice che ogni persona ha ragione perchè questa viene determinata dalla capacità del cervello di autocelebrarsi. Da questa situazione, dirsi “voglio essere felice!” sarà al 99% inutile perchè lo stato di partenza (che è comunque importante conoscere) è oscuro ed il sentimento provato triste e basso. Automaticamente scatteranno tutta una serie di pensieri automatici (spesso inconsci) che ci faranno dire;

  • ma come faccio ad esserlo, sarò felice quando avrò…
  • ma come faccio ad esserlo, sarò felice quando sarò…
  • ma come faccio ad esserlo, sarò felice se…

Rimandando la felicità ad un ipotetico futuro che….. non arriverà MAI e se, per qualche fortunata ragione, dovesse arrivare, presto si farà viva una terribile verità; la felicità durò solo un attimo, nel momento della realizzazione. Ho sentito tantissime persone che, una volta raggiunto il loro scopo…

“ho passato tutta la vita ad inseguire questo sogno… ed ora che l’ho raggiunto non so più cosa fare…”

Questo perchè hanno delegato la propria felicità ad un singolo attimo, l’attimo appunto dettato dal “sarò felice quando…”

E sai perchè? Perchè la felicità è uno stato interiore, una vera e propria abitudine tanto quanto lo è il lamento, la tristezza e tutti i vari sentimenti distruttivi.

(non sarebbe molto più bello arrivare a dirsi.. “Che meraviglia… ho raggiunto i miei sogni nella felicità e so esattamente cosa fare ora..”

E’ piuttosto comune notare come nei momenti felici la nostra energia vitale aumenti e con essa, la nostra creatività; siamo più inclini a scherzare, le battute ci vengono spontanee, abbiamo idee (che puntualmente NON ci annotiamo e svaniscono, la prossima volta scrivila! Le idee in momenti felici sono a volte intuizioni), ci sentiamo più sicuri. Inizia ad esser chiara la ragione per cui la “felicità è la via, non un punto di arrivo!”

E’ nell’essere felici che possiamo prendere in mano la nostra vita, avere intuizioni, energia, e soprattutto chiarezza mentale! Un obiettivo nato da un momento di tristezza, sarà appunto per scappare dalla tristezza stessa! Un rifiuto quindi di un’emozione, un voler scappare dalla sofferenza. Ma si sa che quanto più una cosa si vuole respingere, tanto piu essa persiste!

Pertanto, la chiave è prima di tutto comprendere ed accettare la nostra tristezza come punto di partenza.

“Ok, c’è della tristezza in me”

Fai caso che ho usato l’espressione “c’è” e non “io sono”. Il fatto di esprimere una cosa che c’è e non che sei, implica anche il fatto che puoi fare in modo che non ci sia più! Se invece usi l’affermazione “io sono…” ti identifichi con la tristezza, ma tu “Non sei tristezza”, tu sei Anima.

La tristezza che c’è in te, è generata dal tuo ambiente, dai tuoi risultati o varie insoddisfazioni. Questo ti fa capire che stai delegando la felicità a qualcosa di esterno e fin quando farai questo, è assolutamente normale che la tua felicità sia nel migliore dei casi transitoria.

Se invece comprendi che puoi in qualsiasi caso e situazione generare la felicità, allora inizi a creare una vita meravigliosa proprio per in principi che sto per spiegarti.

Come accennato in precedenza, una mente felice diventa più creativa, il corpo diviene più vitale, la nostra energia sale e sembra non finire mai!  Come possiamo fare ad essere felici quì ed ora?

PASSO 1 – Come esser Felici quì ed Ora. Iniziamo con la gratitudine.

P.s. Quest’articolo ha richiesto davvero molto tempo per esser scritto, come tutto il blog. CONDIVIDILO subito coi pulsantini che vedi a fianco, rimarrai sull’articolo! Per te è un secondo del tuo tempo, per me è come dirmi “grazie” ^_^ <3. NON bloccare l’energia, falla scorrere, condividi! Dare felicità, porta felicità

La gratitudine, non è solo la parola GRAZIE. Certo, la parola ha potere ma quel che ha davvero potere è il SENTIRE la gratitudine. Quando siamo tristi ci viene difficile se non impossibile ringraziare per qualcosa. Siamo così presi da ciò che ci manca che non siamo in grado di vedere ciò che già c’è. La gratitudine quindi va coltivata, giorno per giorno. Almeno 5 minuti ogni mattino appena svegli. Fa nulla se i primi giorni ci accorgiamo di non sentirla, col passare dei giorni inizierà ad affluire un certo sentimento, qualcosa di diverso e positivo.

Facile? No, assolutamente no  e mentirei a dirti l’incontrario. Ed è la ragione per cui NESSUNO lo fa. Dopo 3 o 4 giorni, le persone si dimenticano e sono lì, sugli attenti, pronte a dire “visto? Non è servito a niente, ora vado da quel Francesco e gliene dico quattro… :D” e così, ancora una volta, la felicità è stata delegata all’esterno (in questo caso l’infelicità). Le persone non vogliono assumersi la responsabilità delle proprie azioni, dei propri risultati, dei propri “fallimenti”, ovvero esperienze.

Quindi, se vuoi davvero iniziare a germogliare, fa questo esercizio;

  • ogni mattina, prendi il cellulare, un foglio, il tuo pc, quello che ti pare, e SENZA DISTRARTI fai un bell’elenco di almeno 7 cose per cui sei grato; potrebbe essere la fortuna che hai nell’aver dormito in un letto comodo e caldo. I vestiti che stai per indossare. L’acqua che esce ogni giorno dal tuo rubinetto, il caffè che ti prendi la mattina, il fatto che sei vivo, che ci vedi, per la natura, gli alberi che ti danno ossigeno… vedi tu. Ogni giorno, ogni mattina. INIZIA ORA anche se non è mattina, NON rimandare la tua felicità, e poi prosegui ogni mattina. Se nei giorni alcune cose si ripetono, fa nulla. Cerca tuttavia di aggiungerne di nuove e di iniziare a SENTIRE il sentimento della gratitudine. Farà miracoli (ho VERIFICATO)
  • la gratitudine deve esser espressa al PRESENTE con una delle forme a tuo piacimento quali; GRAZIE per….   GRAZIE perchè…. SONO così felice per…. SONO così grato per…

Esprimere al PRESENTE è una CHIAVE, altrimenti proietti ancora nel futuro qualcosa. Per ogni frase che avrai scritto, meditaci sopra almeno un minutino, e non tirare via.

PASSO 2 – essere felici con le azioni

Quando si cerca di uscire dall’abitudine della tristezza, dobbiamo imparare ad esser più presenti a noi stessi, a cosa facciamo e come lo facciamo. Quando si è tristi, facciamo le cose “sfavati” (passami il termine ma rende l’idea). La “forza” che tu metti nelle tue azioni, rende la stessa efficace o inefficace. Tu letteralmente inondi di energie le tue azioni. Lo fai in modo costruttivo o distruttivo? D’ora in avanti, agisci come se tu fossi già felice. Sì, all’inizio sembrerà una recita ma a furia di “fingere” finisci per crederci!

Inoltre inizia a prestare attenzione a come interagisci con le altre persone;

“Ciao, allora, come ti vanno le cose…?”

“Eeeh, sai, sto cercando di fare questo ma non è facile… ricado… ” NO NO NO!

BASTA! Anche se a te sembra sensato e logico, ciò di cui parli, è ciò di cui ti circondi. Piuttosto di “Sto trovando il modo di SENTIRMI meglio ogni giorno, sono sicura/o che il resto seguirà!”

Hai espresso al PRESENTE il fatto che hai deciso di prenderti cura di te e dei tuoi stati d’animo e, per le leggi Universali (il simile attrae il simile) è VERO che il resto seguirà! “Aiutati che Dio ti aiuta!”

Il 22 Settembre a Milano incredibile Seminario/Workshop su come realizzare DAVVERO i propri obiettivi! Parleremo sì di felicità, ma soprattutto di come viverla, di come sentirla e come, nella felicità, realizzare i tuoi desideri! Favolosi BONUS per chi decide di partecipare OGGI! => CLICCA QUA scopri tutti di dettagli!

PASSO 3 – il più scontato

Sembra assurdo che lo abbia messo per penultimo quando molti lo indicano come cosa primaria. Dopo numerose verifiche fatte in prima persona, ho notato che dedicarsi a qualcosa che piace fare partendo da uno stato d’animo di tristezza, tende a far perdere valore pure a ciò che amiamo! La facciamo svogliatamente perchè in quei momenti non ci interessa di nulla! Ho quindi sperimentato che iniziare a dedicarsi alle cose che amiamo fare DOPO aver iniziato a praticare la gratitudine non solo diventa più semplice, ma ci vengono in mente le cose che davvero amiamo e che ci eravamo scordati. (la tristezza offusca la mente).

Quindi, il terzo passo è;

  • inizia a dedicarti a pratiche che ami. Ti piace camminare? Inizia con piccoli passi, fallo in un parco, ricorda di ESSER GRATO! Ti piace lo yoga ( o qualsiasi altra cosa, un corso di trucco, un corso di judo, un corso di teatro, o chissà cos’altro) ma hai sempre rimandato? INIZIA ORA. Informati, entra in contatto con altre persone FELICI.

PASSO 4 – Smetti di frequentare chi si lamenta.

Sicuramente il passo più duro. Se abbiamo passato una vita a lamentarci ed esser tristi, le nostre frequentazioni saranno proprio basati su COME ERAVAMO. Se verificherai in prima persona i punti quì esposti, noterai da sola/o come le persone che ti circondano ti appaiano ora “più negative”; la “terribile” verità è che anche tu eri così. La differenza è che ora stai cambiando e decidendo di diventare più felice e le condizioni di “perpetua infelicità” degli altri probabilmente non ti soddisferà più. Ai loro occhi sembrerai “esaltata/o”, penseranno che fingi e persino cercheranno di farti notare che non ci sono ragioni per esserlo. Ricordi l’inizio dell’articolo? E’ esattamente lo stile di vita di chi sceglie la tristezza. E purtroppo noi NON siamo quì per cambiare gli altri e tra l’altro non è detto che per loro in questo momento sia la cosa migliore, chi può dirlo? Io stesso scrivo questo articolo per CHI HA SCELTO di essere felice ma non dirò mai ad un triste “fai come me, guarda, si sta meglio, accadono cose straordinarie etc..” perchè so che, se non scelgono gli altri, sarà solo un dispendio di energie.

Pertanto, se tra qualche settimana da OGGI noterai di sentirti meglio (e sarà così se segui questi punti, soprattutto il PUNTO 1), sìì da esempio gli altri a fa che siano loro a scegliere come proseguire. Ma se vedi che faranno di tutto per riportarti “giù”, sappi che le energie che “i vampiri energetici” investono, sono moltissime, a livello inconscio (e non con cattiveria) non accetteranno mai che qualcuno possa aver iniziato ad esser felice senza un’apparente motivazione esterna.

La felicità SEI TU. La felicità è una scelta. Se scegli la felicità, la vita, per effetto della legge di risonanza e di attrazione, sarà costretta ad adattarsi alla tua felicità portandoti finalmente COSE anche materiali per cui esser felici ^_^

La felicità non è un FINE, la felicità è la causa dei FINI FELICI.

Vuoi far parte di una straordinaria community Felice?

Se questo articolo ti è piaciuto, l’incontro del 22 Settembre 2018 a Milano di farà letteralmente impazzire! Per aiutarti nel processo che ti conduce alla felicità, è in programma un incontro straordinario con persone straordinarie; VOI, TU. E’ un seminario/workshop che ti aiuta davvero a raggiungere e realizzare i tuoi obiettivi ^_^

Per tutti i dettagli, le prenotazioni e ricevere i numerosi BONUS di oggi, => CLICCA QUA e scoprilo subito! POSTI MOLTO LIMITATI!

Se questo articolo ti è stato utile sappi che sarà utile anche a persone che AMI, CONDIVIDI su facebook coi pulsantini che vedi a lato, non bloccare l’energia positiva che hai ricevuto, donala anche tu ^_^

Se vuoi, lascia un commento, mi fa piacere!

Un grande Abbraccio

Francesco.

=> CLICCA QUA e scarica oggi l’audio corso “Una Vita Felice”, la via della felicità nel quì ed ora.

Lascia la tua opinione è importante per me 🙂
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo può aiutare anche altre persone.
  • 383
  • 15
  •  
  •  
  •  
Corso dal Vivo

2 commenti su “Come e Perchè Essere Felici

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie
Per rendere la tua esperienza di navigazione migliore. Puoi gestire i cookie cliccando quì