Come lasciare Andare il Passato

Questo è probabilmente tra gli articoli più importanti e determinanti del mio blog. Ma forse, il più importante nel quale potresti imbatterti nella tua vita. Parliamo di Come Lasciare Andare il Passato, definitivamente, per sempre.

Ora, c’è da comprendere alcune cose davvero importantissime. Spero tanto che mi seguirai fino in fondo.

Prima di tutto dobbiamo comprendere che lasciare andare il passato difficilmente significa scordarlo. Non possiamo cancellare qualcosa dalla nostra mente. Non esattamente. Fa sempre attenzione a chi ti promette di “rimuovere” qualcosa. Possiamo liberarcene certamente, ma c’è un’enorme differenza tra il cancellare qualcosa ed il lasciarlo andare.

Quello che noi, che tu farai grazie a questo articolo sarà qualcosa di estremamente più potente e soprattutto più utile. Imparerai qualcosa che potenzialmente può cambiarti la vita per sempre. Dico potenzialmente perchè non mi piace promettere cose “impossibili”. Ovvero qua sarà esposto un sistema per poterti liberare dai pensieri, dolori e altro del tuo passato, tuttavia starà a te decidere di metterlo in pratica. Mi spiace moltissimo se speravi di trovare la “pillola magica”. Sai, l’ho cercata per anni ed ho letto non so quanti articoli che “pomettevano la pillola magica”… indovina un po’? Ancora non l’ho trovata. Esistono pratiche “magiche”, certo. Ma sai chi le rende magiche? Noi! Con la nostra fiducia in quel che andiamo a fare.

Quindi non credere in me e nel mio articolo o tecnica. Credi in te stessa/o. Credi di poter fare qualcosa per te e leggi questo articolo con questo spirito, con questo stato d’animo. Vedrai che anche la sua interpretazione e il desiderio di fare pratica con quanto quì troverai (NIENTE di complicato o assurdo), sarà maggiore 😊

Prima di tutto so molto bene quanto vorresti che fosse qualcuno a prendersi la colpa per ciò che è capitato a te. Forse la colpa è del governo, forse di un qualche parente, o magari un qualche amico o quella persona che tanto ha fatto la stronza. Probabilmente vorresti che letteralmente si scusasse; parlarci ed aspettarti un “ti chiedo scusa…”

Ma la verità è che potrebbe accadere benissimo che ti risponda “NO, Io non ho fatto nulla…!” oppure anche “E allora? Cosa vuoi che sia…”

Ed allora sì che si consumerebbe tutta la tua rabbia, delusione e frustrazione.. Ovviamente non sto dicendo che tali sentimenti, in queste circostanze, non siano legittimi, tutt’altro! La repressione NON è mai una buona cosa quando vogliamo lasciarci alle spalle il passato! Quindi è ok, vivi in modo pieno tali sentimenti, ma poi devi andare avanti! Avanti per bene!

Il rischio è che rimanere aggrappati a certi dolori, certe ferite, non fa altro che perpetuarle nelle nostre vite! E’ come se fossero magneti di situazioni simili. Si riattivano ogni qual volta anche solo qualcosa di simile sembra che stia accadendo..

Vediamo insieme un po’ di modi per lasciare andare e liberarsi dal passato e le sue ferite.

Immagine di: WolfBoy1020

1)
Prima di tutto esprimi le tue emozioni! Riconosci che ci sono e che al momento fanno parte di te. Riconosci che le hai represse e che ciò che senti è solo un qualche riflesso del passato. Come puoi sfogarti?

Sia direttamente con la persone (FREGATENE DEL GIUDIZIO!) sia con modi meno convenzionali ma altrettanto potenti. IMPORTANTE: fa in modo di sfogare TUTTO in una volta. Per modi non convenzionali potresti fare:

  • scrivere una lettera che non invierai mai ovviamente, ma fa finta che realmente la stai scrivendo alla persona/evento/situazione che ti ha procurato quel dolore. NON riguardarti. Scrivi tutto quello che ti passa per la mente.
  • puoi sfogarti su un diario. Anche in questo caso scrivendo ogni cosa che ti passa per la mente.
  • puoi sfogarti con un amico che SAI esser realmente comprensivo e che può NON giudicarti per il lato che tirerai fuori.
  • OVVIAMENTE NON SENTIRTI IN COLPA per questi sfoghi. STAI LASCIANDO ANDARE, permettiti di farlo.

Perchè sto precisando di non tralasciare nulla cercando di tirare fuori tutto? Perchè potrebbero venire fuori cose che non sospettavi; magari potresti riconoscere che anche tu, in piccola parte, sei responsabile. Magari avresti potuto agire in altro modo? Forse avresti potuto NON reagire in un determinato modo? Forse ti sei accorta/o che tendi ad essere una persona troppo passiva nella tua vita ed è tempo di diventare un protagonista attivo? Insomma, non si sa mai. Tira fuori tutto quel che puoi e poi rivedi nella tua mente la situazione. E’ quasi sicuro che vedrai qualcosa di diverso, con occhi nuovi.

2)
Se per sfogarsi quasi tutti credo siano disposti a farlo (alla fine una valvola di sfogo si sa, ci aiuta sempre 😅) quello che a volte non ci ricordiamo è il perchè lo facciamo. Prendi la decisione definitiva di lasciar perdere. La questione è semplice. E’ giusto sfogarti per stare meglio e persino bene nel tempo, ma quello che cerco di farti capire per aiutarti il più possibile è che starai davvero bene solo quando la visione dell’altra persona, il ricordo, o un’innesco simile non ti darà più fastidio! Per arrivare a questo livello, la tua decisione è importante. Anzi, è l’unica cosa che davvero conta. L’intenzione è il vero potere insito in ognuno di noi.

So bene che la paura quì è quella di “giustificare” l’altra persona, o persino condonarle il misfatto. No no, non vogliamo questo, ma semplicemente ricorda che chi ti ha fatto del male, vivrà liberamente la sua vita, con o senza il tuo perdono interiore. E’ capace persino che sarà la persona più felice del mondo ed indovina chi è che ci starà male? Esatto… Tu. Probabilmente con ancora più rabbia di prima ed un “Mavvaffanc… non è giusto non se lo meritava…”

Se così fosse, non sarebbe successo. La realtà è ben diversa. Nessuno di noi può stabilire cosa merita qualcun altro. Possiamo però stabilire da soli cosa meritiamo noi. Se scegliamo di lasciare andare il passato e prendiamo questa decisione e la impregnamo di intenzione determinata, ecco che stiamo iniziando a gettare le basi dove affermiamo di meritare la pace. Ce lo stiamo auto-determiniamo 😋.

3)
Questo ci porta quindi a capire che quello che stiamo facendo è un tipo di perdono molto importante e profondo. Diverso da quello che comunemente ci è stato insegnato. Certo, se ce lo sentiamo col cuore, possiamo anche perdonare di persona, faccia a faccia la persona in questione (se è ancora in vita,a  volte le persone da perdonare purtroppo non sono più tra noi.. ma appunto fortunatamente possiamo lasciar andare in egual modo a livello profondo ed interiore). Ma se farlo face to face significa cercare di scaricare un senso di colpa all’altro.. siamo di molto fuori strada.

“Ehm, Francesco, ma cosa c’entra il lasciar andare col perdono?”

Perchè in verità, il perdono vero e proprio, è “lasciare andare”. Spezzare la fune, la catena con ciò che ci lega col dolore/persona/evento passato.

E spezzare tale fune è un DONO enorme che ci facciamo. PER-DONO = Come Regalo (a noi stessi). E questo può avvenire quindi solo interiormente, dentro di noi. Già lo sfogo, se ben eseguito, dovrebbe averti dato una mano a vedere con occhi diversi tale situazione alleggerendo di molto il carico emotivo. Ma ancora non abbiamo completato il processo. Adesso appunto viene la parte del perdono.

Ora, spiegarti il perdono energetico totale con un articolo mi è praticamente impossibile, visto che addirittura ci faccio dei veri e propri corsi (QUI puoi trovare un corso con una tecnica davvero potente). Ma posso darti degli strumenti per iniziare comunque a farlo sin da ora. NON sarà facile. Forse un po’ doloroso. Se non te la senti non lo fare però sappi che i benefici sono davvero immensi.

Ti rammento anche che ciò che vai a fare con il perdono, non è un segno un di debolezza. Come già specificato, non condoniamo. Non stiamo dicendo di esser in accordo con ciò che è stato fatto ma stiamo dicendo “Ok, nonostante ciò che hai fatto, ti perdono”.

Ahia. Lo so che è dura. Eccome se lo so. Ma d’altra parte se hai letto l’articolo fino a questo punto vuol dire che realmente vuoi stare bene e lasciarti alle spalle il passato, le ferite emotive, il dolore. Credimi, far finta di nulla e reprimere non serve a niente se non mantenere una forma latente di stress con tutte le conseguenze del caso. Fatti questo regalo e perdona.

Il perdono lo devi sentire nel cuore.

Esempio di esercizio sul perdono.

Seduto e tranquillo, dove nessuno possa disturbarti, porta entrambe le mani sul cuore facendo delle respirazioni profonde, inspirando lentamente dal naso ed espirando lentamente dalla bocca. Senti i battiti del cuore che delicatamente rallentano e come una sorta di maggiore tranquillità inizi a pervaderti.

Quando sarai tranquillo, evoca nella tua mente la situazione o persona che intendi lasciare andare. Rimani giusto qualche secondo sulle emozioni; NON respingere le immagini o i pensieri. Li stiamo “guardando” per lasciarli andare e perdonarli. Se ci giriamo dall’altra parte, non ce lo stiamo permettendo.

Una volta che vedi chiaramente la situazione e l’emozione afferma sentendo nel tuo cuore la VERITA’ di ciò che dici:

“Sono disposta/o ed accetto di PERDONARE TOTALMENTE ____________ (specifica la situazione) e tutto ciò che ci sta dietro; emozioni, memorie, persone, quello che so e quello che non so…” “Sono disposta/o a PERDONARE TOTALMENTE TUTTE le parti coinvolte in______________ e lasciare andare tutto ciò che ne consegue; disturbi fisici, re-azioni emotive o comportamentali, autosabotaggi, lascio andare TUTTO ciò che sta dietro a_____________ e lo illumino con la LUCE BIANCA dell’amore incondizionato divino affinchè ogni cosa al riguardo venga completamente risanata, guarita, purificata. PERMETTO che al posto di questo vuoto che si verrà a creare, prenda posto la PACE e l’AMORE divino”. GRAZIE.

Se dopo aver fatto questo esercizio affiorano altre immagini, pensieri o idee sgradevoli, svolgi nuovamente l’esercizio con la nuova questione!!!

Se invece la tensione se n’è andata, FAI QUALCOSA di positivo; visualizzati felice, canta, danza, fai un bagno caldo con le candele, una passeggiata, coccola il tuo animale domestico, dedicati ad attività che ami. Insomma, fa qualcosa di positivo e felice. Andiamo così a riempire il vuoto lasciato.

Ecco qua. In questo articolo hai ricevuto degli importanti passaggi per poter iniziare davvero a lasciare andare il tuo passato. Dipenderà da te se portare avanti tali pratiche o no. Se vuoi farlo con me, offro delle sessioni di coaching economiche ma potenti e mirate sempre alla risoluzione del problema. Puoi contattarmi da QUESTA PAGINA.

Se invece vuoi provare un approccio in solitaria, CLICCANDO QUA trovi un Audio Corso con tecniche molto più potenti in quanto Audio Mp3 guidati.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti è stato utile, ti ha fatto sentire un po’ meglio, CONDIVIDILO! Potrebbe aiutare altre persone a te care a lasciare andare finalmente il passato con tutti i benefici che ne conseguono 😊

Ti Auguro Vivamente di trovare quanta più Felicità tu possa immaginare

Francesco.

Lascia la tua opinione è importante per me 🙂
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo può aiutare anche altre persone.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie
Per rendere la tua esperienza di navigazione migliore. Puoi gestire i cookie cliccando quì